Art.in di Accardo G. e Riccobono M. s.a.s.

INFISSI

Certificazioni

La ditta Art.In sas ha conseguito le seguenti certificazioni:

1) ISO 9001: 2008;     

2) SOA  OS6 III ,  OS18A II,  OS18B I;

3) CERTIFICAZIONE CE INFISSI.

 

 

1) Cosa è l'ISO 9001: 2008?

La ISO 9001:2008 rappresenta oggi il nuovo riferimento, riconosciuto a livello mondiale, per la certificazione del sistema di gestione per la qualità delle organizzazioni di tutti i settori produttivi e di tutte le dimensioni.
Il nome completo della norma recepita in Italia è UNI EN ISO 9001:2008 in quanto la norma ISO è armonizzata, pubblicata e diffusa dall'Ente Nazionale Italiano di Unificazione e dal Comitato Europeo di Normazione in Europa.
Le norme ISO 9000 sono universali e la loro applicabilità prescinde dalla dimensione o dal settore dell’azienda. Esse definiscono principi generici che l’azienda deve seguire ma non il modo in cui deve produrre determinati prodotti: per questo non sono applicabili ai prodotti ma solo all'azienda che li produce.

DEFINIZIONI
La ISO è un organismo internazionale per la definizione degli standard, composto da rappresentanze di organi nazionali, che produce standard industriali e commerciali a livello mondiale.
È conosciuto con nomi diversi a seconda delle differenti lingue delle nazioni in cui opera: in Italia è chiamato Organizzazione Internazionale per le Standardizzazioni, mentre il nome inglese, più diffuso, è International Organization for Standardization. Nessuno di questi nomi è un acronimo.
ISO 9000 identifica una serie di norme e linee guida sviluppate dall’ISO, che propongono un sistema di gestione per la qualità, pensato per tenere sotto controllo i processi aziendali indirizzandoli alla soddisfazione del cliente.
Le ISO 9000 attualmente (dall'anno 2000 in avanti) sono suddivise in:

  • ISO 9000 che descrive le terminologia e i principi essenziali dei sistemi di gestione qualità e della loro organizzazione;
  • ISO 9001 per la definizione dei requisiti dei sistemi qualità;
  • ISO 9004 che è una linea guida per il miglioramento delle prestazioni delle organizzazioni.

L'UNI è l'Ente Nazionale Italiano di Unificazione.
È un'associazione privata senza scopo di lucro che svolge attività normativa in tutti i settori industriali, commerciali e del terziario ad esclusione di quello elettrico ed elettrotecnico di competenza del Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI).
EN - sigla che designa le norme di unificazione emesse dal Comitato Europeo di Normazione (CENEN) - sigla che designa le norme di unificazione emesse dal Comitato Europeo di Normazione (CEN)

Punti chiave
La ISO 9000:2000 pone al centro della realizzazione di un sistema di gestione:

  • il cliente e la sua piena soddisfazione;
  • la visione dell'azienda come un insieme di processi tra loro in stretta relazione e finalizzati a fornire prodotti che rispondano in modo costante ai requisiti fissati;
  • l'importanza di perseguire il continuo miglioramento delle prestazioni.

Gestire la qualità significa gestire l'efficacia e l'efficienza dei propri processi attraverso:

  • la conoscenza, la gestione e il monitoraggio dei processi;
  • la capacità di coinvolgere le risorse umane;
  • la centralità del ruolo dell'Alta Direzione aziendale.

La norma chiede di individuare e misurare i punti dei processi che generano valore verso il mercato, considerando l'azienda come un insieme di clienti-fornitori tra loro concatenati.

In questo contesto ciascun processo riceve input da fornitori interni/esterni e fornisce prodotti o servizi a clienti interni/esterni .

I contenuti della norma UNI EN ISO 9001:2008

Premessa:
L'adozione di un sistema di gestione per la qualità rappresenta una decisione strategica dell’organizzazione, o meglio di una scelta operativa che non può prescindere dai particolari obiettivi perseguiti dall’organizzazione, dal tipo di prodotti da questa fomiti, oltre che dalla dimensione ed dal tipo di struttura dell'organizzazione stessa.

I vantaggi della certificazione UNI EN ISO 9001:2000

  • Vantaggio competitivo
    L'applicazione della ISO 9001 deve essere condotta dal top management e fornire così la garanzia che i responsabili aziendali utilizzino un approccio strategico al sistema di gestione.
  • Migliora le prestazioni aziendali e gestisce il rischio aziendale
    La norma aiuta i responsabili a migliorare le prestazioni dell'organizzazione rispetto ai concorrenti che non utilizzano i sistemi di gestione. La certificazione inoltre facilita la misurazione delle prestazioni e migliora la gestione del rischio aziendale.
  • Richiama investimenti, migliora la reputazione del marchio e rimuove le barriere commerciali
    La certificazione accresce la reputazione del marchio dell'organizzazione e può essere un utile strumento promozionale. Invia a tutte le parti interessate il chiaro messaggio che l'azienda è impegnata su standard elevati e intende perseguire un continuo miglioramento.
  • Consente di risparmiare denaro
    I vantaggi finanziari accertati per le aziende che hanno investito nella certificazione dei propri sistemi di gestione della qualità comprendono efficienze operative, aumento delle vendite, maggiore rendimento delle attività totali e maggiore redditività.
  • Semplifica le operazioni e riduce gli sprechi
    La valutazione del sistema di gestione della qualità si concentra sui processi operativi. In questo modo le organizzazioni sono incoraggiate a migliorare la qualità di prodotti e servizi forniti e di conseguenza si riducono gli sprechi e le lamentele dei clienti.
  • Favorisce la comunicazione interna e solleva il morale
    UNI EN ISO 9001 garantisce un maggiore coinvolgimento dei dipendenti grazie al miglioramento della comunicazione.   
  • Aumenta la soddisfazione dei clienti
    La struttura PDCA (Plan, Do, Check, Act) di ISO 9001 garantisce che le esigenze del cliente vengano prese in considerazione e soddisfatte.
  • Prerequisiti operativi

 Molte grandi organizzazioni e/o Enti Pubblici e Privati,   richiedono ai propri fornitori come prerequisito per operare la certificazione di qualità

  • SOA

Nel settore edile per acquisire la qualificazione economica SOA (ex Albo Nazionale Costruttori) per alcune classifiche è obbligatoria la certificazione di qualità  mentre per le restanti può essere utilizzata come aspetto premiante ad incremento dei requisiti di iscrizione.

L’approccio per processi:
Le prescrizioni di cui alla norma UNI EN ISO 9001:2000, si fondano sulle seguenti considerazioni di base:
a. una organizzazione per funzionare efficacemente, deve individuare e gestire numerose
attività collegate tra loro;
b. un'attività produttiva, utilizza necessariamente delle risorse e presuppone una gestione
finalizzata all’emanazione di un prodotto ovvero all’erogazione di un servizio tale per cui occorre procedere alla trasformazione di determinati elementi in ingresso in elementi in uscita. Detta attività di utilizzazione di risorse, con relativa trasformazione può essere definita come un processo (in cui spesso l'elemento in uscita rappresenta direttamente l’elemento in ingresso per un processo successivo).

In considerazione di quanto sopra, la norma promuove l'adozione di un tale approccio finalizzato allo sviluppo, all’attuazione ed al miglioramento dell'efficacia di un sistema di gestione per la qualità assunto dall’organizzazione, in modo da consentirle di accrescere la soddisfazione del suo principale interlocutore (il cliente), mediante l'osservanza dei requisiti da questi stesso indicati.
Ne consegue la necessità di un monitoraggio costante del grado di soddisfazione del cliente da parte dell’organizzazione, attività, questa che presuppone anche la valutazione delle informazioni relative alla percezione che il cliente ha su come l'organizzazione abbia soddisfatto i suoi requisiti.
Inoltre, a tutti i processi può essere applicato, il modello conosciuto come "Plan-Do-Check-Act
(PDCA)  che passa necessariamente attraverso le seguenti fasi:
· P- Plan: stabilire gli obiettivi ed i processi necessari per fornire risultati in accordo con i
requisiti del cliente e con le politiche dell'organizzazione;
· D- Do: dare attuazione ai processi;
· C- Check: monitorare e misurare i processi, i prodotti, i servizi a fronte delle politiche,
degli obiettivi e dei requisiti relativi ai prodotti/servizi e riportarne i risultati;
· A- Act: adottare azioni per migliorare in modo continuo te prestazioni dei processi.

Scopo ed ambito d’applicazione della norma:
La norma UNI EN ISO 9001:2008 ha come obiettivo di specificare i requisiti di un sistema di
gestione per la qualità ove un'organizzazione:
i) si proponga di dimostrare la sua capacità di fornire con regolarità prodotti che ottemperino
ai requisiti dei clienti ed a quelli di legge;
ii) intenda accrescere la soddisfazione della propria clientela tramite l'applicazione efficace
del sistema, ivi inclusi i processi per il miglioramento continuo del sistema e l'assicurazione
della conformità ai requisiti del cliente ed a quelli cogenti applicabili.


2) Cosa è la SOA?

SOA
La certificazione SOA è un documento che certifica il possesso di tutti i requisiti di cui all'articolo 8 della Legge 11 febbraio 1994, n. 109. Infatti, in virtù della vigente normativa in ambito di contratti pubblici, la certificazione SOA è oggi un documento necessario e sufficiente a comprovare la capacità dell’impresa di eseguire (direttamente o in subappalto) opere pubbliche di fornitura e posa in opera con importo a base d’asta superiore a € 150.000,00.
Detta qualificazione (SOA) ha validità quinquennale (sempre che ne venga verificata la validità al terzo anno dal primo rilascio) e viene valutata sulla base di un’analisi tecnica ed economica degli ultimi cinque esercizi di attività dell’impresa, precedenti alla richiesta di qualificazione.
La certificazione SOA qualifica l’azienda ad appaltare opere per categorie e classifiche di importi. Le categorie di opere in cui si potrà essere attestati sono 47: 13 di esse rappresentano opere di carattere generale (edilizia civile e industriale, fogne e acquedotti, strade, restauri, etc.) e 34 di esse sono opere specializzate (impianti, restauri di superfici decorate, scavi, demolizioni, arredo urbano, finiture tecniche, finiture in legno, in vetro e in gesso, arginature etc.). Le classifiche di qualificazione raggiungibili sono 8, ovvero, espresse in Euro:

  • I pari a € 258.228
  • II pari a € 516.457
  • III pari a € 1.032.913
  • IV pari a € 2.582.284
  • V pari a € 5.164.569
  • VI pari a € 10.329.138
  • VII pari a € 15.493.707
  • VIII per importi illimitati

Esse abilitano l’impresa a partecipare ad appalti con importi pari alla relativa classifica, accresciuta di un quinto (cioè incrementata del 20%) La classifica di importo è ovviamente commisurata alla capacità tecnica ed economica dell’impresa.

Con il sistema di qualificazione, le imprese per partecipare a gare d'appalto con importi superiori a 150 mila euro, devono essere in possesso dell'attestato SOA.
Fin d'ora l'attestato ha destato interesse soltanto su chi opera nei lavori pubblici, lasciando indifferente le piccole imprese o chi ha rivolto il proprio interesse al mercato privato. 
Quali sono i vantaggi per le piccole e medie imprese sull'acquisizione dell'attestato di qualificazione e quali possono essere le motivazioni per estendere il proprio raggio di operatività sul mercato dei lavori pubblici?

  • Minor Concorrenza: Prima del nuovo sistema di qualificazione le imprese iscritte all'ANC e cioè che partecipavano a gare d'appalto, in tutta Italia, erano 50.000, attualmente le imprese che hanno stipulato contratto con una SOA e che potranno partecipare alle gare sono soltanto 9.000. Quindi si prevede maggior spazio per le aziende che vogliono iniziare ad operare con il pubblico.
  • Prezzi concorrenziali: I prezzi che si applicano per i lavori pubblici sono differenti rispetto ai prezzi del mercato privato, le differenze variano rispetto alla zona in cui si opera, ma in ogni caso non si differenziano di molto e sono sempre remunerativi perchè realizzati da apposite analisi di mercato e garantiscono continuità nel tempo.
  • Indispensabile per il subappalto:  L'attestato SOA garantisce a chi lo possiede l'acquisizione di commesse in subappalto per grandi opere pubbliche, infatti nei lavori pubblici non possono essere affidati lavori in subappalto superiori a 150.000 euro ad imprese che non sono in possesso dell'attestato SOA, l'attestato, quindi,  consentirà alle imprese che lo posseggono di potersi proporre come subappaltanti per opere di importo elevato con poca concorrenza, pensate che per la categoria OG11 (Impianti tecnologici ) sono attualmente in procinto di attestarsi poco più di 300 imprese in tutta Italia, per la Categoria OS4 (Impianti elettromeccanici trasportatori) le imprese attestate sono soltanto in 50, per la OS26 (Pavimentazioni e sovrastrutture speciali) sono in 71 e solo in 7 per OS32 (Strutture in legno), ma lo stesso vale per categorie molto usate: per la OG2 (restauri) le imprese attestate sono solamente 570. Il mercato del pubblico offre molto di più rispetto alle imprese attualmente abilitate.
  • Potersi associare per grandi opere: un iscrizione con importo basso, ad esempio un iscrizione per lavori stradali per 500milioni, consente, a chi la possiede, la possibilità di potersi associare con altre imprese qualificate e concorrere per lavori di importi superiori a cinque volte quello posseduto, lo stesso vale per la costituzione di consorzi, l'attestato dà la possibilità di sommare le  iscrizioni possedute e di costituire consorzi stabili qualificati per gli importi complessivi e le categorie possedute dai consorziati. Sarà possibile quindi concorrere a gare con importi bassi singolarmente e a gare con importi elevati come consorzio. 
  • Dimostrazione di attendibilità e di capacità tecnica organizzativa: l'attestato conferisce a chi lo possiede dimostrazione di regolarità con gli obblighi fiscali e contributivi , capacità tecnica organizzativa , assenza di procedimenti penali e possesso di referenze bancarie, requisiti indispensabili per proporsi sul mercato, sia pubblico che privato.
  • Referenze sui lavori: lo stesso vale per la dimostrazione della capacità operativa, se siete attestati  per una determinata categoria (es. opere di finiture edili), vuol dire che avete dimostrato di aver eseguito lavori per quella categoria e che i lavori sono stati eseguiti con buon esito , non hanno dato luogo a vertenza alcuna e siete in possesso dell'attrezzatura necessaria.

 

 

 




powered by S4U